POL. BELLANO – VARENNA 4 – 6

 

“IO NON PERDO MAI, O VINCO O IMPARO”

Se sconfitta, meritata, c’è stata sul campo, la lezione di serata può e deve essere quella che nello sport e nella vita non bisogna mai abbassare la guardia, ma essere sempre sul pezzo, e quando le cose non girano diventa necessario non adattarsi alla situazione ma reagire utilizzando le proprie armi e ciò che ci rende speciali.

Nella 9^ giornata di campionato i portacolori Bellanesi incappano nella prima sconfitta stagionale contro i cugini del Varenna, venendo così anche scavalcati in classifica.

La partita ci ha raccontato come il diverso approcio mentale, ma soprattutto i molti errori, sia individuali e sia di squadra, non abbiamo permesso ai granata di portare a casa un risultato sicuramente alla portata. D’altro canto non si può non fare i complimenti agli avversari che hanno interpretato il match secondo le loro caratteristiche evidenziate da un Burini in stato di grazia.

Mister Ravellia deve fare i conti con qualche assenza riproponendo la formazione della settimana scorsa con il solo cambio del portiere visto l’infortunio di Paruzzi. I primi 10 minuti sono da encefalogramma piatto, con il Varenna che trova il doppio vantaggio su errori marchiani della difesa granata.

Parte da li la partita dei ragazzi, che iniziano a giocare con più “garra” trovando il gol del 1 a 2 con super conclusione volante di Luca Rizzi, ma ecco puntuale la mazzata che tramortisce la squadra, con il gol subito direttamente da centrocampo su calcio d’inizio. La botta psicologica viene solamente riassorbita a fine tempo con il 2 a 3 siglato da Alan ben imbeccato da Bonacina, dopo che in precedenza i granata avevano colpito 2 legni a portiere battuto.

Nella ripresa il mister si gioca il tutto per tutto schierando anche Busi e poi Fratestefano, per modificare l’assetto e dare qualcosa di più alla squadra, la quale però non riesce mai a utilizzare il fraseggio a terra, rimanendo sempre con 2 gol di scarto da recuperare fino al risultato finale di 4 a 6.

La statistica parla chiaro: negli ultimi 6 incontri (tra campionato e finali zonali) 5 sconfitte e una sola vittoria, sintomo di una non capacità di far fronte agli avversari che purtroppo per i granata si sono dimostrati ostacolo fin qui quasi insormontabile. A dar però ottimismo ai bellanesi c’è anche da dire che nelle ultime 4 stagioni il risultato a fine anno ha sorriso per 3 volte ai granata. Che questo sia di buon auspicio per il proseguo della stagione.

MARCATORI: Rizzi L. 2, Vitali L. 1, Rizzi A. 1.

LE PAGELLE

VASSENA 5,5 – catapultato nella sfida, nonostante la non più giovane età, anche Marco sente una grande responsibilità. Ai buoni interventi durante la partita si aggiunge la macchia del terzo gol che beffardamente affossa lo stato d’animo della squadra. Si rifà nel post partita vincendo a mani basse la sfida con il limoncello. TRADITO DA TROPPA ESPERIENZA

CARIBONI 5,5 – tanta fatica per il nostro Manu per contenere la forte punta avversaria. Deve usare anche le maniere forti ma nemmeno queste sono bastate. RIMBALZATO

FRATESTEFANO 6,5 – entra nella ripresa e fa quello che gli chiede il mister giocando alla “sua maniera” contro gli avanti avversari, facendo ripartire la squadra e soprattutto facendosi “sentire” in campo. PATENTE E LIBRETTO

BONACINA 6 – gioca un buon primo tempo fatto di sostanza e pochi fronzoli. Regala anche 2 assist. FA’ IL PROPRIO DOVERE

RIZZI L. 6,5 – dal punto di vista tecnico e atletico sarebbe anche da 7, ma lui, come e soprattutto il capitano, dovrebbe ogni tanto trovare il modo di aiutare il compagno senza prendersela troppo. FURIA

VETERE 4,5 – partita sotto-sotto-tono per il capitano che gioca con una incredibile non-tranquillità, sbagliando appoggi elementari e gestendo la sfera spesso al limite del masochismo. Litiga anche con i compagni inficiando ancora di più la propria partita. PEGGIORE IN CAMPO. 

RIZZI A. 5,5 – non riesce a far salire la squadra e sui lanci lunghi è spesso fuori posizione. Segna l’illusorio 2 a 3. SPAESATO

VITALI L. 5,5 – come Alan i lanci da dietro sono di difficile preda per uno come lui. Quando ha la palla terra a volte cerca troppo l’incursione personale ma non è colpa sua se i rifornimenti questa sera sono pochi. SOTTOTONO

BUSI 5 – entra nella ripresa da esterno ma non riesce a combinare un granché sprecando anche l’occasione di concludere a rete. FUORI FORMA

GORETTI – SEM – DENTI T. sv – non entrano e chissà quanto avrebbero voluto dare il proprio contributo. E’ soprattutto per chi non ha giocato che dalla prossima ci dovrà essere un riscatto da parte di tutti i protagonisti.

MISTER RAVELLIA 5: propone modulo e tattica della partita precedente ma viene tradito da alcuni senatori che non mettono la grinta necessaria per fronteggiare gli avverarsi. Prova a dare la scossa con le sostituzioni, ma nemmeno la fortuna lo assiste. PER ME E’ NO

Manca una partita per chiudere l’anno e per fortuna dei ragazzi sarà una di quelle toste da vincere per ripartire alla grande, perché il 2019 sarà sicuramente ancora un anno da protagonisti per la squadra granata.

In campo sabato 15 dicembre alle ore 16.15 a Lecco (Acquate) contro la temibile Futura B.

#BATTEFORTEGRANATA