Tempo di lettura: 1 minuto

Vita dura per la Pol.Bellano contro una Civate in grande spolvero. Purtroppo infortuni e impegni extra-cestistici tengono lontano dal campo i cugini Pennati e i mezzi pesanti Mezzera e Lodigiani, con il solo Mauri D. a contrastare sotto le plance l’agilità e l’energia dei lunghi locali.

Partita che inizia subito su ritmi altissimi, con Civate che prova a spingere sull’acceleratore e a far valere rapide transizioni offensive e buona circolazione di palla, decisamente i piatti forti dei locali. Bellano annaspa in difesa ma cerca di rimanere a contatto con i punti del sempre prolifico Combi. La difesa a zona impostata da coach Puglisi mette in seria difficoltà l’attacco locale a metà campo. Il guaio è che spesso i lacustri non arrivano a schierarla, concedendo troppi punti in contropiede agli avversari. Alla pausa lunga il punteggio dice 33-19 per i locali, sospinti da un numeroso pubblico e dalle giocate di uno spumeggiante Castagna (4 triple a metà gara). Il 3° quarto vede una ottima reazione ospite, che spinge la Pol. fino a -5. Qualche sciagurata scelta arbitrale fa perdere contatto a Bellano e le staffe al coach, omaggiato di un doppio tecnico quanto mai severo. La Pol. si trova improvvisamente a corto di energia, fiducia e della sua guida, finendo travolta in maniera eccessivamente punitiva con il punteggio di 72-39.

I tabellini: Combi 13, Paonessa 6, Rossi 6, Airò 5, Dell’Era 5, Curti 2, Mauri M. 2, Balatti, Pennati A., Faggian, Pennisi, Mauri D.

Premiamo l’amore per la squadra e l’attaccamento alla maglia di Andrea Pennati, già in panchina dopo l’infortunio che lo ha tenuto lontano dal campo nell’ultimo mese e pronto a tornare al 100% nelle file bellanesi.

MVP: Andrea Pennati

Prossima Partita: Pol.Bellano – Basket Galbiate, Domenica 25/01/2015 ore 17.30, Lierna