Prima amara sconfitta per la squadra di calcio a 7 categoria open.

Venerdì scorso (21 novembre), nel gelo di Colico, i granata sono stati sconfitti di misura dai campioni in carica del Blue River, nella 6^ giornata di andata.
Match dai due volti, con un Bellano inizialmente troppo timido, ma poi troppo spavaldo e sprecone.
Partita iniziata con handicap per i giocatori bellanesi, che si presentavano al cospetto dei temuti avversari con importanti defezioni, gli infortunati Bianchi, Bettiga, Pacheco e Ravellia, oltre allo squalificato Vetere e al mister Cariboni, anch’egli fermato per un turno dalla disciplinare, dopo la vittoria con il Centro Sport Abbadia.
La Pol. Bellano si presenta così al campo di Colico, sotto la guida del debuttante mister Goretti, a cui vengono affidati i compiti di trainer per questa partita, dopo le ottime recensioni ottenute il sabato precedente alla guida dei Coscritti del ’79.
Formazione: Paruzzi tra i pali, coppia difensiva composta da Colombo e Vitali S., a metà campo Rizzi L., Bonesi e Vitali L., in attacco Rizzi A..
La partita, oltre che per la classifica ha un valore particolare, visto che è la ripetizione della finale dello scorso anno. E già dal riscaldamento la tensione è palpabile.
Pronti via ma il Bellano non c’è e dopo soli 30 secondi il Blue River è già avanti con una combinazione rapida degli attaccanti avversari, che battono un Paruzzi esente da colpe. Nei 10 minuti seguenti il copione non cambia fino all’inevitabile 2 a 0, propiziato da un corner battuto velocemente e con la difesa granata poco reattiva a contrapporsi agli attaccanti avversari.
Finalmente però i ragazzi di Mister Goretti (per la serata) si risvegliano accorciando subito le distanze con Rizzi A., bravo a colpire velocemente a rete e poco dopo sfortunato, in una azione da playstation, a colpire il palo a portiere battuto.
Si chiude così la prima frazione con il Bellano sotto di un gol ma consapevole di poter ribaltare il risultato.
La ripresa si apre con il cambio di modulo per i granata, che hanno il merito di crederci e trovare il pareggio con Rizzi A., lesto ad approfittare sotto rete, di una corta respinta dell’estremo difensore avversario.
Si scaldano gli animi, sia in campo sia tra gli spalti, ma purtroppo questo non diventa il momento di svolta della partita, con diversi minuti di dominio territoriale e uno spreco colossale di occasioni.
Si arriva così a 10 dal termine e si avvera ciò che dagli spalti si temeva: il gol dell’ex.
E’, infatti, il bomber del Blue River, Nogara, entrato per l’ultimo quarto d’ora, a colpire. Nell’unica occasione avuta tra i piedi, l’esperta punta è abile a freddare Paruzzi, con un diagonale che non lascia scampo.
Gli ultimi minuti diventano così un assalto al fortino colichese, con gli ingressi di Arnoldi e Vitali M. e con quest’ultimo che si trova tra i piedi la palla del possibile pareggio, sprecata malamente sotto gli occhi attoniti di mister Goretti.
Finisce così con un 3 a 2 per il Blue River, meritevole di aver capitalizzato maggiormente le occasioni concesse dalla difesa bellanese e fortunato nel veder non concesso all’ultimo secondo un rigore sacrosanto.
Per i granata invece uno stop che non ridimensiona le ambizioni, ma che fa riflettere per le prossime partite. E già da giovedì 27 non sono ammessi altri errori, con il match casalingo contro il quotato Acli Mandello, squadra che non ha ancora subito sconfitte in questo inizio di campionato.