CALCIO TOP JUNIOR – CAMPIONI REGIONALI 2018

24 GIUGNO 2018

Data da segnare sugli almanacchi della Polisportiva Bellano!

In occasione delle fasi Nazionali del campionato CSI Top Junior a 7, i porta colori bellanesi si presentano per la finale, al San Giacomo di Brescia, valevole per il titolo Regionale.La formazione granata, agli ordini di Mister Burini, si trova ad affrontare il temibile avversario, i neo campioni provinciali di Brescia dell’ Asco Vestone.

Lo staff tecnico si trova a dover fare i conti con una rosa rimaneggiata a causa del l’infortunio di Mattarelli e del turno di squalifica da scontare di Mantova, ma i ragazzi a disposizione arrivano alla partita clou della stagione, forti della vittoria del proprio campionato e del titolo provinciale appena vinto.
In campo dal primo minuto tra i pali De Luca, in centro alla difesa Spiller con Cabrera e Bonacina a coprire le fasce esterne, in mezzo il mediano di ruolo Colombo, davanti Ottonello e Aldé.

I ragazzi bellanesi da subito suonano la carica, non si lasciano intimorire dai blasonati avversari, sostenuti da un folto pubblico locale e riescono da subito a prendere il pallino del gioco e le giuste contro misure agli avversari. La tecnica dei Granata, oggi in giallo, prende il sopravvento e dominio di campo, contenendo bene gli avversari e sapendo incidere davanti. Al minuto 12’ dopo una serie insistita di azioni, è la zampata vincente di Aldé che sblocca il risultato 1-0. La squadra Bresciana accusa il colpo ma con i minuti è in grado di prendere campo e rendersi pericolosa con un palo del capitano, il più incisivo e con diverse azioni corali ben contenute dalla difesa della Polisportiva. Al 18′ quando i bellanesi stavano iniziando a riproporre gioco offensivo, un velenoso tiro da fuori coglie impreparato De Luca portando il risultato sul 1-1. Ancora un’azione pericolosa dei bresciani che scuote la traversa e un paio di ottimi interventi di De Luca, mantengono il risultato invariato.

La partita prende una vena molto tattica e contenuta e le formazioni sembrano accontentarsi del pari, per giocarsi la partita nella ripresa. Ma a un minuto dalla fine del primo tempo lo specialista Samuele Colombo indovina l’ennesima punizione, che complice una deviazione si infila nel 7, là dove il buon portiere Bresciano nulla può e si conclude un ottimo primo tempo sul 2-1 per i granata.

Viste le temperature elevate e gli sforzi profusi dai giocatori, il mister da spazio a forze fresche e pronte a dar man forte: entrano Randazzo e Pelizzoni che con abilità, tecnica e rapidità creano scompiglio agli avversari, comunque se pur in affanno sempre pienamente in partita.

I bellanesi fanno di tutto per cercare di aumentare il vantaggio, ma un ottimo portiere avversario, un po’ di mancanza di lucidità sotto porta e un paio di conclusioni fuori non consentono di chiudere il match. E come spesso capita, dopo il gol sbagliato, con un ottima ripartenza, arriva il gol subito 2-2 ed è tutto da rifare.

Nel frattempo si scaldano gli animi a bordo campo e il primo a farne le spese è l’allenatore dell’ Asco, che si deve allontanare dal campo di gioco espulso per reiterate proteste. La partita in campo si fa più vibrante e maschia, gli interventi si fanno più duri e iniziano a volare in cartellini gialli per sedare gli animi, ma è ovvio che il peso dell’ambito titolo è nelle teste dei 14 in campo.

Entra anche Nogara a portare nuove energie ai bellanesi, ma serve un episodio per far sì che la partita si sblocchi di nuovo: tre quarti di campo, il Bellano conquista una punizione e tutti guardano Colombo sistemare il pallone, aggiustare la palla e predisporre la rincorsa ed infine sferrare un missile terra aria, che si insacca. È un boato dalla panchina e dagli spalti, dove è presente un abbondante pubblico intervenuto a supporto dei ragazzi della Polisportiva.

Di qui in poi i Bresciani dell’Asco si spingono in avanti in maniera pericolosa, ma lasciando il fianco ai granata, che non riescono però a chiuderla. Ma è ancora un episodio al 19’ che determina l’esito dell’incontro, quando dopo una mischia in area, un giocatore bresciano colpisce volontariamente Cabrera, e su segnalazione del guardalinee l’arbitro è costretto ad estrarre il rosso e lasciare con l’uomo in meno la compagine Bresciana. Qui il Bellano è bravo ad amministrare e a saper cogliere uno spunto dopo diverse azioni insistite, che porta Ottonello al gol 4-2. La partita finisce qui, anche perché l’Asco finisce addirittura in 5 a causa di un ulteriore espulsione per doppia ammonizione. Si giunge quindi al fischio finale, che certifica l’impresa della POLISPORTIVA BELLANO, che per la prima volta nella storia centra un così prestigioso titolo di CAMPIONE REGIONALE.

Il voto è collettivo un 10 e lode ad una squadra che è stata capace di costruire con dedizione, lavoro, sacrificio e passione, LA STAGIONE PERFETTA ! Nessuna sconfitta, campionato fatto di sole vittorie, titolo Provinciale e a conclusione il titolo REGIONALE.

La Polisportiva si congratula e ringrazia lo staff tecnico: Alessandro Burini e Mario Passoni, e tutti gli atleti capaci di un impresa mai riuscita a nessuna squadra Bellanese:
Matteo Spiller
Gianfranco De Luca
Matteo Mantova
Davide Bonacina
John Cabrera
Matteo Nogara
Samuele Colombo
Mattia Ottonello
Gabriele Grossi
Sebastiano Mattarelli
Aronne Aldé
Stefano Randazzo
Andrea Pelizzoni

GRAZIE RAGAZZI

#CAMPIONIZONALI
#CAMPIONIPROVINCIALI
#CAMPIONIREGIONALI

#BATTEFORTEGRANATA

IMG-20180624-WA0010
IMG-20180624-WA0022
IMG-20180624-WA0014
IMG-20180624-WA0008
IMG-20180624-WA0009
IMG-20180624-WA0018
IMG-20180624-WA0013
IMG-20180624-WA0011
IMG-20180624-WA0017
top junior 2017-18

Scritto da:

Pol. Bellano