CALCIO OPEN A 7 – 4^ GIORNATA ANDATA 2017/18 + PAGELLE DI PAOLO

Prosegue nel migliore dei modi il cammino della squadra di calcio Open a 7 della Polisportiva Bellano. Sull’ostico campo in terra battuta di Acquate, i ragazzi di Mister Ravellia conquistano 3 punti e primato in solitaria.

Come oramai d’abitudine il materiale umano nelle mani del mister è ridotto ai minimi termini. Per l’occasione rimpolpa la panchina con Paolone Nogara pronto a subentrare in caso di rissa o disordine pubblico.

FORMAZIONE: Paruzzi, Stick, Rizzi L., Vetere, Bonesi, Denti M. e Vitali L.

Il campo e l’aggressività della squadra locale mettono in difficoltà i granata, bravi a portarsi in vantaggio dopo pochi secondi ma poco incisivi sulle seconde palle spesso preda degli avversari. 

Il primo tempo di difficile lettura nonostante un atteggiamento fin troppo sbarazzino dei locali spesso sbilanciati ma mai puniti dagli avanti bellanesi che sprecano in più di un’occasione. D’altro canto la fase difensiva bellanese non eccelle e subisce alcune ripartenze sventate da un Paruzzi formato torneo della Befana.

Il primo tempo si chiude sul 2 a 1 per il Bellano, che nella ripresa rientra in campo con un altro piglio e chiude i giochi con secco parziale di 4 a 0, con un Luca Vitali protagonista di gol da cineteca e con sia la prima rete stagionale di Bettiga, sia la prima ammonizione di squadra subita da un Bonesi troppo innamorato del pallone.

Si chiude l’incontro sul 6 a 1 con la consapevolezza di aver sofferto il giusto e poi aver portato a casa 3 punti fondamentali nella corsa al titolo.

MARCATORI: VITALI L. 4, BETTIGA 1, RIZZI L.1

LE PAGELLE DI PAOLO

Stefano “stick” Vitali 7: gioca ancora come ultimo uomo in attesa del rientro del suo
omonimo, e come al solito gioca una partita che sfiora la perfezione, sembra quasi un robot.
O si inventa qualcosa o inizio con i copia incolla per le pagelle. TERMINATOR

Luca Rizzi 7: sulla fascia di sua competenza fa fuoco e fiamme, il suo avversario diretto
riesce giusto a mangiare la polvere che alza (letteralmente dato il campo). Peccato che
quando si trova a concludere l’azione non riesca mai a trovare la porta. CECCHINO
MANCATO

Andrea Vetere 7: nulla da eccepire al capitano, sempre incisivo con le sue giocate, ne sa
qualcosa anche il povero Luca Vitali che per due volte viene abbattuto dal numero 4. N’DO
COJO COJO

Thomas Denti 6,5: sostituto di spessore per il centrocampo granata, entra bene in partita e
con grande nonchalance regala al pubblico palleggi e sombreri in disimpegno difensivo.
CALMA OLIMPICA

Andrea Bonesi 6,5: gioca bene fin da subito, peccato che altrettanto presto si innervosisca e
a metà secondo tempo prende un giallo inutile quanto stupido lamentandosi per un calcio
d’angolo non concesso e portando via la palla, probabilmente voleva regalarla al figlio.
PAPÀ AFFETTUOSO

Simone Bettiga 7: entra dalla panchina e inizia subito a giocare bene, poi si perde nei suoi
soliti giochetti, finte e controfinte. Ripreso dal mister diventa più concreto e si sblocca pure,
segnando il suo primo gol di stagione. FELICE COME UN BIMBO

Matteo Denti 6,5: non una delle sue migliori partite, sbaglia alcune cose e richiamato dai
compagni si butta giù portando a termine giusto il compitino. INVOLUZIONE

Luca Vitali 7,5: mattatore di serata, grazie al suo poker si è giocato fino all’ultimo la palma di
migliore in campo ma riviverla troppe volte di fila poi lo avrebbe “gasato” a dismisura.
Siccome non prende la sua razione di pedate dagli avversari ci pensano i suoi stessi
compagni a portare a termine il lavoro. BULLIZZATO

Mister 7: panchina corta per lui, falcidiata da infortuni e impegni matrimoniali. Nonostante
questo non va in panico e schiera la miglior formazione a sua disposizione e riesce a
caricare i suoi che lo premiano con una buona prestazione di squadra confermata anche dal
risultato schiacciante.

Nogara Paolo S.V.: non entra in campo causa dolori diffusi in tutto il corpo. Da il meglio nel riscaldamento e preferisce risparmiarsi per i minuti finali. QUASI PRONTO

MVP

Emilio Paruzzi 8: passa gran parte del tempo inattivo ma quando serve ci piazza sempre la
manina con delle grandi parate che salvano più di una volta il risultato nel primo tempo.
REATTIVO

Scritto da:

Pol. Bellano