CALCIO OPEN A 7 – 9^ e 10^ GIORNATA RITORNO 2016/17 + COMMENTO DI NIKI & PAGELLE - Polisportiva Bellano

CALCIO OPEN A 7 – 9^ e 10^ GIORNATA RITORNO 2016/17 + COMMENTO DI NIKI & PAGELLE

CALCIO OPEN A 7 – 9^ GIORNATA RITORNO 2016/17

ACLI MANDELLO – POL. BELLANO 4 – 8

La partita andata in scena al parrocchiale di Lierna giovedì sera diciamo che non era tra le più attese del campionato e questo lo si capisce fin da subito guardando la cornice di pubblico sugli spalti. Dal canto loro anche le squadre in campo non fanno nulla per regalare spettacolo e far ricredere tutti coloro che hanno preferito rimanere sul divano di casa ad aspettare Argentina-Cile o Brasile-Uruguay. Mister Biffi per questa serata deve fare a meno di parecchi giocatori per via di infortuni e impegni familiari (cogliamo l’occasione per fare i migliori auguri al nostro capitano diventato papà per la terza volta in settimana) e si ritrova quindi una rosa rimaneggiata. Decide di schierare la sua squadra con la seguente formazione: Paruzzi tra i pali (per l’occasione con la fascia di capitano al braccio), Tete in mezzo alla difesa, la linea di centrocampo composta da Luca Vitali, Tavani e Bonesi, ed in attacco la coppia Busi – Denti Matteo. La partita inizia con la squadra di casa che mette tanta grinta e determinazione in campo mentre la Pol. Bellano anziché far valere il suo tasso tecnico decisamente superiore, si abbassa al livello dell’avversario giocando un primo tempo confusionario e pieno di errori nel quale fatica a trovare 3 passaggi giusti consecutivamente. La partita si sblocca a favore del Bellano grazie ad un tiro da fuori di Busi che viene corretto in rete da Denti Matteo (in maniera volontaria o meno non si sa). Il Mandello risponde però subito presente e, grazie ad un grossolano errore in uscita dalla difesa della Pol. Bellano, ruba il pallone ed infila per la prima volta Paruzzi. Il Bellano prova a reagire con il gioco, ma come già detto non è serata e quindi si deve affidare a qualche azione solitaria e soprattutto alle disattenzioni difensive degli avversari, ed è proprio grazie a queste che Busi colpisce due volte portando la sua squadra sul 3 a 1. L’arbitro fischia quindi la fine di un brutto primo tempo, non prima però di poter assistere ad un altro brivido per la retroguardia bellanese che vede un tentativo del Mandello infrangersi sulla traversa. Nel secondo tempo la partita non è molto diversa con il Mandello che prova fin da subito a mettere paura al Bellano siglando il gol del 2 a 3 ma Matteo Denti su bella imbeccata di Bonesi sigla la sua doppietta personale ristabilendo le distanze sul 2 a 4. Ma il Mandello non sembra proprio voler mollare e nella prima fase del secondo tempo crea ancora parecchie occasioni riuscendo anche a segnare il goal del 3 a 4. A questo punto però esce la superiorità del Bellano che prima con un tiro da fuori di Luca Vitali deviato da un avversario (i giornalisti gazzetta stanno ancora indagando se dare gol all’esterno bellanese o autogol) e poi con un colpo di testa di Bonesi segna due reti portando il vantaggio a 6 a 3. A questo punto il Mandello accorcia lo svantaggio con un bel tiro da fuori del proprio difensore ma Busi, in una di quelle serate in cui fortunatamente vede la porta, segna prima il suo terzo gol e poi chiude con il poker fissando il risultato finale sull’8 a 4 per la Pol. Bellano.

LE PAGELLE

Emilio Paruzzi 6: serata senza infamia e senza lode per l’estremo difensore bellanese, incolpevole sui gol avversari compie anche qualche buon intervento che evita che la partita possa prendere una piega ancor più brutta. Esce dal campo chiedendosi cosa debba fare per finire una partita con 0 gol subiti, la risposta caro Paru è solo una: accendere un cero a San Gennaro. RASSEGNATO

Stefano (Tete) Vitali 5,5: nella serata di Lierna ritrova una maglia da titolare, nel primo tempo supera parecchie volte la metà campo palla al piede mostrando anche una discreta conclusione. Dal punto di vista difensivo qualche sbavatura, si fa scavalcare alcune volte dal pallone diretto all’avversario anche se poi in qualche modo ci mette una pezza. Costretto ad uscire gli ultimi 10 minuti per una botta alla caviglia. AFONO

Luca Vitali 5,5: i palloni toccati nella serata si possono probabilmente contare sulle dita di una mano e questo sicuramente non lo aiuta, non permettendogli di prendere ritmo e portandolo quindi a sbagliare anche quei pochi che gioca. Con un tiro da fuori nel secondo tempo genera il quinto gol della squadra anche se il dibattito su gol-autogol è ancora aperto. PASSALA A ME

Paolo Tavani 5: purtroppo non ripete la bella prestazione di settimana scorsa, della sua partita si ricordano soprattutto l’errore in costruzione che regala il gol dell’uno pari al Mandello e una strana reazione contro la panchina dopo il gol del 2 a 1 di Busi quando viene invitato a giocare e a lasciar perdere un avversario che si sta lamentando con l’arbitro e lui di risposta chiede il cambio. SERATA NO.

Andrea Bonesi 5,5: come sempre lampi di qualità sopraffina, tende però sempre ad accentrarsi troppo stringendo così sempre di più il campo anziché dare aria alla manovra. Condisce la prestazione con un gol di testa, a suo dire una sua specialità fin dai tempi delle giovanili, a voi la libertà di crederci o meno. PICCOLI GRANDI GIGANTI

Matteo Denti 6: entrato ormai appieno nei meccanismi della squadra gioca una partita dalle due facce, sicuramente più che positivo in fase di conclusione realizzando due gol ma anche con altri buoni tiri. Meno preciso invece in fase di costruzione di gioco sbagliando talvolta i movimenti e alcuni tocchi semplici semplici, sicuramente frutto anche di una prestazione corale non delle migliori (per usare un eufemismo). IN CRESCITA

Thomas Denti 6: entra in campo a metà del primo tempo sicuramente con un buon atteggiamento, aggressivo sugli avversari e cercando di costruire qualche azione manovrata. Talvolta un po’ macchinoso nei movimenti rischia di farsi soffiare il pallone dall’avversario. Nel secondo tempo prova qualche inserimento in cerca del gol che però non arriva. VOGLIA DI SPACCARE

Alan Rizzi 5–: messo in campo a secondo tempo iniziato, cerca di entrare nel tabellino dei marcatori come da sua abitudine senza però riuscirci, anche perché le occasioni da gol che gli capitano sui piedi sono poche. La più nitida gli capita invece sulla testa ma la sua incornata finisce dritta sul palo. Il voto è frutto di un’ammonizione stupida a partita ormai conclusa, o forse la voleva proprio prendere??? IN CERCA DI UN GIALLO

Luca Ottonello 6,5: anche per lui ci sono gli ultimi 20/25 minuti, partita diligente la sua sulla fascia: attento in fase difensiva e prova anche qualche sortita offensiva. Della sua prestazione è senza dubbio da segnalare l’assist per il terzo gol di Busi con un lancio di 30 metri che taglia il campo ed arriva dritto dritto sul piede del suo compagno che non deve far altro che spingere la palla in porta. Nell’occasione anche il papà si emoziona non riuscendo a trattenere un urlo non proprio da assistente dell’arbitro. ORGOGLIO DI PAPA’

Mister Ravellia 5,5: si trova con un compito non semplice vista la rosa rimaneggiata, prima della partita dispensa indicazioni e cerca di caricare la squadra non ottenendo proprio il risultato sperato. Cerca sempre di guidare i suoi dalla panchina durante il match anche se in alcuni frangenti sembra non riuscire a far rispettare appieno il suo ruolo. Ma alla fine che conta nel calcio è il risultato finale e questo gli dice bene, regalando alla Pol. Bellano i 3 punti che vogliono dire secondo posto quasi matematico. ZDENEK ZEMAN

MVP Davide Busi 7: il bomber di Parlasco è in una di quelle serate SI, in cui gli bastano “solo” una decina di tiri per segnare 4 gol. In una partita in cui la squadra gioca sottotono è senza dubbio lui a prendersi in spalla i compagni e portarli alla vittoria. Sull’ultimo gol si è visto anche il giusto egoismo del bomber che preferisce segnare senza pietà piuttosto che avventurarsi in un rischioso assist per il compagno (che poi è il suo diretto rivale per la palma di capocannoniere della squadra e quindi preferisce tenerlo a distanza di sicurezza). CECCHINO, O QUASI
 

CALCIO OPEN A 7 – 10^ GIORNATA RITORNO 2016/17

POL. BELLANO – POL. 2001     5 – 3

 

IL COMMENTO DI NIKI

Siamo arrivati ormai alla fine del campionato, con la penultima partita per la squadra granata della Pol. Bellano.
Inizia il match con le due le squadre che mettono in campo molta voglia di vincere e di divertirsi. Nel primo tempo le squadre giocano molto bene, creando diverse occasioni con pericolosi tiri verso la porta avversaria. Il Bellano alla metà del primo tempo riesce a sbloccare il risultato con il gol di Luca Vitali bravo nel dribblare il difensore e a scaraventare di prepotenza la sfera all’angolino.
Il vantaggio locale però dura poco: bell’azione volante della Pol. 2001 con conclusione imparabile per Paruzzi.
Nel secondo tempo un’autorete regala il vantaggio ai granata, che riescono addirittura a siglare il terzo gol grazie ad un tiro da fuori di Matteo Denti, lesto a sfruttare un errore della difesa avversaria.
Mister Ravellia decide di fare alcuni cambi ed il subentrato Thomas Denti, trova subito la rete con un colpo di testa che regala al Bellano il punto del 4 a 1.
Il mister sostituisce anche bomber Davide Busi per Davide Bonacina, il quale appena entrato riesce nell’impresa di siglare il suo primo gol stagionale, su assist perfetto di Andrea Vetere e arriva così il 5 a 1.
Negli ultimi minuti i granata abbassano la guardia e la Pol. 2001 trova 2 gol che rendono meno amaro il risultato finale di 5 a 3.

 

LE PAGELLE

Emilio Paruzzi 7,5: ancora una prova super per il portierone granata, sempre attento tra i pali e bravo a gestire i momenti di agitazione post goal subito. MATURITA’ ACQUISITA

Vitali Stefano (Tete) 7,5: ottima prestazione del giovane centralone. Gli avversari giocano costantemente palla sulla punta e lui gestisce al meglio ogni situazione, rimbalzando indietro chiunque cerchi di passare dalla sua parte. DA QUI NON SI PASSA

Andrea Vetere 7+: il capitano gioca una buona gara ricamando gioco e cercando ripetutamente di far segnare bomber Luca Vitali. Rendendosi conto dell’impossibilità dell’impresa, compie lo stesso un altro miracolo sportivo regalando al giovane Bonacina la palla del suo primo gol granata. SACRILEGIO

Davide Busi 6,5: buona prestazione per il capocannoniere che nonostante l’impegno non riesce a trovare il gol, nonostante i molti inviti dei compagni. PIEDE MALEDUCATO

Andrea Bonesi 6,5: corre corre corre, ma spesso a vuoto. E’ vero però che quando si accende la lampadina sono gioie per i compagni e lacrime per gli avversarsi. INTERMITTENTE

Luca Vitali 7+: da esterno sfodera una grande prestazione, fatta fi quantità e di qualità. Pecca purtroppo nelle conclusioni, chiudendo la serata con un emblematico 2/10 (tradotto: 8 sbananate, 1 gol e 1 portiere abbattuto). CONVERGENZA DA RIFARE

Matteo Denti 6,5: fatica a volte a trovare la posizione ideale in campo ma il buon Teino riesce comunque a timbrare il 9 gol stagionale, mostrando continui progressi sia in fase di palleggio, che nei movimenti. A PICCOLI PASSI

Thomas Denti 7: entra nella ripresa e gestisce al meglio la reazione d’orgoglio degli avversarsi. A differenza del fratello, ascolta i dettami del mister, facendosi trovare pronto sul secondo palo ad insaccare, su classico movimento da rimessa laterale. E’ COSI’ CHE SI FA

Davide Bonacina 6,5: impegno e dedizione, per il giovane laterale granata. Dalla sua parte non si passa (come direbbe Kamal) e lui così fa, togliendosi anche lo sfizio della prima marcatura stagionale. BRAVO BRAVISSIMO

Mister Ravellia 7: nonostante una rosa ai minimi termini contro una delle migliori formazioni della stagione, il mister motiva al meglio la squadra ottenendo da tutti una prestazione adeguata. DI NECESSITA’ VIRTU’

MVP
LUCA RIZZI & STEFANO VITALI 10+: si presentano in panchina non più come giocatori ma come figurine dell’album panini stagione 2014-2015. Talvolta si ricordano della partita caricando i compagni con urla sconclusionate, ma con la testa alla prova costume per la stagione estiva. SANDRA & RAIMONDO!!!

 

 

 

 

Scritto da:

Pol. Bellano